Benvenuti!

Siete capitati sul sito della Compagnia del Buco. Siamo una compagnia di clown e nouveau cirque con base a Reggio Emilia. Dal 2017 proviamo a creare spettacoli che trasportino il pubblico in una dimensione nuova, lavorando sull'assurdo che si può trovare nel pratico e nel quotidiano, sul potenziale della cose e sulla stupidità nostra e umana, con la speranza di lasciare un'immagine, una sensazione, una parola. Un filosofo e un matematico che insieme formano una coppia esplosiva, appassionata e brillante, attenta alla cultura, all'estetica e alla precisione. Non realizziamo solo spettacoli: abbiamo anche altre passioni, dalla progettazione e costruzione di scenografie alla realizzazione di app e siti web (come questo, per esempio!). Comunque, questa doveva solo essere una breve introduzione, quindi la tagliamo qui, su questo sito potete trovare maggiori informazioni su di noi e su quello che facciamo.

Ci si vede!

"E non aver paura che.. No, non è vero. Che non sei capace. Che non c'è una chiave."

Caparezza, "Una Chiave"

"Come una fune, ho teso l'anima sul precipizio e vi ho fatto l'equilibrista, io giocoliere di parole."

Vladimir Majakovskij, "Il flauto di vertebre"

"I grandi non sono mai sorpresi. Dicono che la vita è dura ma in realtà è l'assenza di vita che è dura, non di certo la vita."

Emmanuel Gallot-Lavallée - L'Arte di Meravigliarsi

Dicono di noi

Due clown guardano dentro ad un anello fatto con un tubo.

I due clown neo-ventunenni Simone Vaccari e Luca Macca sono gli enfants prodiges protagonisti di G.A.S., uno spettacolo post-circense che adopera con lucida ironia la banalità del reale per trasformarla in materiale drammaturgico e insieme ludico. ...continua

Simone e Luca festeggiano la vittoria del pemio Mirabilia Awards 2023.

La Compagnia vincitrice della terza edizione dei 🏆ᴍɪʀᴀʙɪʟɪᴀ ᴀᴡᴀʀᴅs🏆 è…rullo di tamburi…🥁 la Compagnia del Buco con lo spettacolo “𝗗𝗼𝗼𝗿𝘀” 🥳 che sarà dunque programmato l'anno prossimo a Mirabilia ed entra nel progetto #InterSpazi. ...continua

Contatti

Due indici che quasi si toccano, mimando la 'Creazione di Adamo' di Michelangelo.